L’allarme senza fili è già domotica

Domotica: un nome complicato che racchiude una serie di applicazioni, dall’accensione delle luci interne ed esterne alla regolazione della temperatura negli ambienti, senza dimenticare video sorveglianza e allarme senza fili, per una casa intelligente, sempre attenta alle abitudini dei suoi abitanti e a favore del risparmio energetico domestico.

Un nome difficile per una facile gestione della casa
La domotica, il cui nome è il mix tra casa (dal latino domus) elettronica e informatica, nasce per migliorare la qualità della vita degli abitanti della casa, trovando il modo più semplice, automatizzato e personalizzato per rispondere a necessità e abitudini, ottimizzando tempi, risorse e denaro. Rientrano nella categoria domotica tutti quei sistemi e dispositivi che agevolano lo svolgersi di attività quotidiane e non prevedono necessariamente una condivisione dello spazio.

La casa intelligente e interconnessa
Un sistema domotico mette infatti in comunicazione diversi strumenti di uso comune e quotidiano in casa senza la necessaria presenza fisica dell’uomo. Facciamo un esempio: l’allarme senza fili.
L’impianto di sicurezza è messo in funzione da remoto, non occorre cioè che il proprietario, o chi per lui, sia presente in casa per attivarlo ed essere protetto e al sicuro. L’allarme senza fili è gestito dall’utente “a distanza”, attraverso un’applicazione su dispositivo mobile (computer, tablet, smartphone) che sfrutta la rete internet per la trasmissione delle informazioni.
Allarme senza filiAllo stesso modo, la centralina che attiva l’allarme senza fili può interagire con altri strumenti elettronici funzionali alla vita domestica, come il sistema di irrigazione del giardino, il sistema di illuminazione o l’impianto di climatizzazione, automatizzando il loro funzionamento. Attraverso un unico dispositivo quindi, il proprietario di casa, indipendentemente da dove si trova al momento, sceglie facilmente come e quando gestire la sua abitazione, monitorando funzionamenti, accensioni e consumi. Ha cioè il controllo di una casa sempre più intelligente e interconnessa, capace di restituire agli abitanti un notevole senso di benessere e di comfort. La casa diventa così uno spazio sempre più accogliente, interattivo e maggiormente fruibile da tutti i componenti della famiglia. Con semplici gesti, come un click su dispositivo, infatti la casa si attiva rispondendo autonomamente e automaticamente ai bisogni della famiglia, plasmandosi secondo le abitudini e gli stili di vita.

Dall’allarme senza fili alla gestione del consumo energetico
Oltre a migliorare il livello di sicurezza come con l’allarme senza fili, un sistema domotico può permettere di ottimizzare il consumo energetico della casa.
Tramite centralina controllata da applicazione, è possibile gestire la regolazione della temperatura in differenti ambienti dell’abitazione e la temperatura di ogni corpo scaldante in ogni stanza, controllare la produzione di acqua calda sanitaria, accendere o spegnere luci in tutto l’edificio o solo in alcuni settori, attivare o disattivare elettrodomestici in determinate fasce orarie, sincronizzando l’accensione di questi ultimi secondo la produzione dell’impianto fotovoltaico.

L’efficienza che fa risparmiare
I sistemi domotici di quest’ultimo tipo sono strumenti all’avanguardia che aumentano il grado di consapevolezza sui consumi di energia. Garantendo l’ottimizzazione delle risorse energetiche e assicurando un funzionamento efficiente degli impianti questi sistemi domotici rientrano nel piano di detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione termica dell’edificio.

Di | 2017-02-06T11:57:09+00:00 28 novembre 2016|Categorie: Efficientamento Energetico|Tags: , , , , , , |0 Commenti

Autore:

Enérga

Energa diffonde buone pratiche per la tutela dell’Ambiente, facendosi portavoce del basso consumo per una casa virtuosa, capace cioè di produrre e gestire l’energia proveniente da fonti rinnovabili al meglio, in maniera mirata, senza sprechi né esuberi.

Lascia Un Commento