Loading...

L’energia è vita

Molto spesso non ci accorgiamo che l’energia ha la stessa valenza del cibo, dell’acqua e dell’aria, se solo prendessimo coscienza di ciò si aprirebbe un mondo nuovo, anzi rinnovato.

Consentitemi di iniziare col ringraziarvi per questa possibilità di raccontare la mia esperienza sul campo delle energie alternative, per molti ancora una realtà sconosciuta e cosparsa da un’aura di mistero. E consentitemi (una volta tanto mi piace concedermelo) un grazie prima a me stesso, che ho creduto nel mondo delle rinnovabili già da prima di conoscerlo.

E’ stato l’istinto, se così si può dire, che mi ha spinto verso questo settore, ricercando di mia iniziativa,  pur avendo altre opportunità molto più consolidate e già sperimentate e quindi con maggiori garanzie di successo. Ma si sa, la vocazione per qualcosa è più forte di tutto e lascia poco spazio alla razionalità! 

È stata più forte anche degli insuccessi che inizialmente ho sperimentato e che inevitabilmente ti danno quei momenti di abbattimento che, se non hai la pelle dura, ti portano a mollare tutto. E poi devo dire grazie alle tante persone speciali che ho incontrato in questo mondo e che mi hanno insegnato tanto, non solo sulle rinnovabili.

articolo_lungoFare questo lavoro vuol dire prendere parte ad una missione in modo attivo a cui tutti siamo chiamati a dare il nostro contributo anche se in modi ed intensità diverse. Sì perché occuparsi di forme innovative e sostenibili di approvvigionamento energetico, salvaguardia dell’Ambiente, vuol dire adoperarsi per migliorare quello che di più prezioso abbiamo al mondo: la vita!

Mettere la propria professionalità al servizio di  persone che sicuramente hanno estremo bisogno di aiuto e che spesso non sanno neanche come chiederlo, è veramente gratificante. Riscontro sempre più spesso la difficoltà in molte famiglie nel leggere le bollette e una sorta di rassegnazione a pagarle. Di questo non si può non sentirsi responsabili e quindi non si può stare a guardare.

La buona novella che mi sento di portare a tutti è che la scienza, la ricerca, l’inventiva e la forza di volontà hanno portato l’uomo a sgretolare un dogma, cioè quello di pagare le bollette che, non a caso, non si chiamano fatture.
Contribuire a far maturare maggiore consapevolezza, anche nelle persone apparentemente distratte, sul tema che l’energia è vita, quanto lo è il cibo, l’acqua e l’aria, è un bel valore aggiunto alla mia professione.

L’esempio che spesso mi sento di fare alle persone scettiche ai cambiamenti epocali è questo: “se vuoi veramente aiutare e dare un beneficio tangibile e duraturo a chi ti chiede un bene o un servizio e hai la possibilità, non indicare il mero prodotto, ma mostra il sistema e l’insegnamento per produrlo”.

Il corrispettivo in denaro non sarà un costo fine a se stesso, ma sarà un investimento che aprirà la strada per un futuro più prosperoso e più gratificante per l’intera collettività e per la natura che a sua volta sarà molto riconoscente.

Avere la possibilità di poter trasformare un mutuo a vita con un alto ed incontrollabile tasso di interesse in un investimento limitato nel tempo in larga parte sovvenzionato dallo Stato e finalizzato a rendersi autonomo, almeno per un quarto della propria vita, risparmiando risorse sia economiche sia naturali e producendo un beneficio inestimabile anche in termini di salute del pianeta, non può che riempirci di gioia.

Questo per intraprendere la strada maestra e insostituibile per andare incontro al futuro con le carte in regola, evitando che il futuro ci sorprenda con la sua spietata quanto scontata sentenza.

Anche chi qualche anno fa ha intrapreso la strada delle rinnovabili, dotandosi di un impianto fotovoltaico, è tuttora bisognoso di supporto per capire che quello che ha sul tetto è un tesoro da sfruttare per l’efficientamento energetico della propria dimora.

articolo_gasSì, perché l’assuefazione provocata da 50 anni di dipendenza dalle fonti fossili non è cancellabile con un colpo di spugna, e quindi, pur avendo un giacimento di energia elettrica, ancora in molti continuano a consumare gas per cucinare e per riscaldarsi, ignorando le possibilità che i nuovi sistemi come piastra a induzione, pompa di calore, generatore ionico e termodinamico offrono per azzerare anche la bolletta del gas.

Infatti, una delle domande più ricorrenti e pressanti che mi sento fare dai clienti è:
Ma questo impianto fotovoltaico che ho, mi sta rendendo oppure è stato un cattivo investimento?
La mia risposta è unica: “Dipende! Se lo utilizza sì, altrimenti si accontenterà dell’incentivo, se previsto”.
Utilizzare energia elettrica prodotta da fotovoltaico è conveniente sia in termini di risparmio sia di sicurezza.
Ciò che maggiormente stupisce le famiglie visitate è capire quanta energia viene quotidianamente sprecata in casa.

Quasi nessuno sa infatti che il più delle volte, le utenze attualmente in uso sono molto dispendiose. La maggior parte dell’energia consumata viene in realtà sprecata. Esempi tangibili sono le lampade obsolete che sarebbero più idonee a riscaldare che ad illuminare, i fornelli a gas che più che cuocere il cibo sembrano prediligere riscaldare la cappa o le caldaie che con combustioni da strapazzo hanno un rendimento di 1,5 a fronte di un COP (coefficiente di prestazione ndr) di una pompa di calore ibrida che arriva anche a 6.

Quando la famiglia più restia ai cambiamenti, durante l’esposizione del progetto di efficientamento, mi continua a chiedere il costo sperando di mettermi in difficoltà, si stupisce nel sentirsi rispondere che per efficientare la propria casa sarà sufficiente la quota che eviterà di buttare via in bollette per i prossimi tre anni!

Spero che queste mie indicazioni siano utili a segnare un altro punto a favore per una prospettiva di un mondo sempre più sano, sempre più vivibile e sempre più intelligente. In fin dei conti, ciò che chiediamo alle famiglie che quotidianamente visitiamo, non sono soldi, non sono risorse primarie, ma solo ed esclusivamente la loro intelligenza, per ragionare insieme sull’uso consapevole di energia.

Grazie ancora per il tempo che dedicherete a leggermi.

Di | 2017-10-06T12:02:02+00:00 29 febbraio 2016|Categorie: Efficientamento Energetico|Tags: , , , , |0 Commenti

Autore:

Enérga

Energa diffonde buone pratiche per la tutela dell’Ambiente, facendosi portavoce del basso consumo per una casa virtuosa, capace cioè di produrre e gestire l’energia proveniente da fonti rinnovabili al meglio, in maniera mirata, senza sprechi né esuberi.

Lascia Un Commento