Loading...

L’autunno e il tepore in casa

Ora che è arrivato l’autunno vorreste frequentare un corso di inglese o giocare con il vostro videogioco preferito nel tepore della vostra casa?
Forse per realizzare tutto questo è sufficiente solo una caldaia più efficiente!

Quando le temperature si abbassano abbiamo sempre meno voglia di uscire e preferiamo restare a casa per gustarci il suo tepore, magari per guardare la nostra serie tv preferita distesi sul nostro bel divano.
Ma come godere della casa e del suo tepore senza spendere un’esagerazione per il riscaldamento, soprattutto ora che l’autunno è arrivato?

Qui entra in ballo l’efficienza energetica, cioè la possibilità di vivere nel pieno comfort, spendendo di meno, ma consumando meglio, cioè in maniera mirata e senza sprechi.

Una buona pratica per ottenere da subito una riduzione della bolletta è dotare la propria abitazione di una caldaia che mantenga un elevato standard di benessere e che sia in grado di far risparmiare la stessa cifra che sareste disposti a spendere per iscrivervi a quel corso di inglese utilissimo per il vostre lavoro. Oppure per acquistare il nuovo modello di consolle da gioco e trascorrere così momenti spassosi insieme ai vostri amici o alla vostra famiglia.

Molti non sanno infatti che più la caldaia è vecchia, più aumentano le emissioni di CO2 nell’Ambiente così come lo spreco energetico ed economico.

E proprio in questa direzione, in vista cioè di aumentare l’efficienza e ridurre il consumo energetico, va la decisione dell’Unione Europea, con la direttiva 2009/215/CE , di mettere al bando dal 26 settembre 2015, tutte le caldaie standard, meglio conosciute come a camera aperta, che hanno un maggior impatto sull’ambiente e un maggior consumo.

articolo_caldaiaUna soluzione efficiente e un primo passo verso il relax autunnale a impatto zero è scegliere di sostituire una caldaia datata con una più efficiente, come può essere una caldaia a condensazione. Questo tipo di caldaia infatti è in grado di sfruttare il calore dei fumi che normalmente verrebbero dispersi.

Una gran parte del calore del fumo generato dalla combustione per il riscaldamento viene recuperato, messo nuovamente in circolo e trasferito direttamente all’acqua dell’impianto. In questo modo i fumi che si espellono dal camino raggiungono temperature molto più basse (dai 50 agli 80°C), rispetto ai fumi prodotti da una caldaia normale (circa 100°C), generando fino al 30% del risparmio in bolletta.

Ma il risparmio può aumentare sensibilmente dotando la propria abitazione di una caldaia a doppia condensazione che, attraverso un sistema di due scambiatori, recupera i fumi trasferendo calore sia al circuito dell’acqua di riscaldamento, sia a quello dell’acqua sanitaria.

In questo modo, il vostro relax nel tepore di casa è assicurato e, a pensarci bene, anche il vostro tempo libero che, con il risparmio ottenuto, diventerà occupato o dal famoso corso di inglese o da avvincenti partite con joystick in mano a sfidare i vostri amici, figli o compagni di vita. A pensarci bene, però, le due attività non si escludono a vicenda.

Infatti, grazie alla detrazione irpef, è possibile recuperare fino al 65% della quota impiegata per il vostro miglioramento termico, dato dalla sostituzione della caldaia a camera aperta con una caldaia più efficiente e a basso impatto ambientale.
A ben pensarci, forse quello che vi mancherà sarà solo il tempo necessario per frequentare il corso di inglese e per sfidarvi con videogiochi, ma questa è un’altra storia.

Autore:

Enérga

Energa diffonde buone pratiche per la tutela dell’Ambiente, facendosi portavoce del basso consumo per una casa virtuosa, capace cioè di produrre e gestire l’energia proveniente da fonti rinnovabili al meglio, in maniera mirata, senza sprechi né esuberi.

Lascia Un Commento