Loading...

Realizzi il mio sogno: mi tolga il gas dalla mia casa!

A quanto pare, da indagini svolte, il sogno più ricorrente degli italiani non è avere una casa bella, ma è ridurre notevolmente la bolletta del gas.
Ecco come oggi questo sogno può diventare realtà.

Posso farle una domanda Sig. Rossi? Ma se avesse la bacchetta magica, che cosa cambierebbe della sua casa in questo momento?
Mi chiamo Giacomo Ghermandi, di professione Consulente per l’Efficentamento Energetico.

Ogni anno visito centinaia di Famiglie italiane presso le loro abitazione e ad ognuna, ad un determinato momento della nostra chiacchierata, pongo sempre la fatidica domanda.

Nel tempo ho collezionato centinaia di risposte diverse: chi sognava un giardino per far giocare i propri figli, chi un terrazzo più grande per cenare con i propri amici, chi auspicava un vicino di casa diverso … per non contare le decine di sogni su cucine nuove, bagni rinnovati, tende e infissi in tinta per il cambio di stagione … A un certo momento, però, qualcosa è cambiato.

Negli anni l’attenzione delle famiglie e i relativi sogni sono, purtroppo, mutati radicalmente. Oggi la maggior parte delle famiglie sogna una cosa sola, come fosse un sogno collettivo, unificato, in cui il desiderio di rendere più bella la propria abitazione cedesse il posto alla necessità, sempre più imposta, di far fronte a costi di gestione della casa, sempre in crescita.

articolo-casalingaChi si occupa quotidianamente della casa non desidera più la batteria di pentole nuove, ma una bolletta della luce più bassa. La casalinga e la donna in carriera ora non inseguono l’ideale di una splendida cucina con isola, ma la possibilità di risparmiare sulle bollette del Gas.

La tanto temute e odiate “Bollette del Gas” ormai soffocano in maniera importante e prepotentemente non solo i risparmi delle famiglie italiane, ma anche e soprattutto i loro sogni, resi irrealizzabili da costi per il mantenimento dell’abitazione fino ad un decennio fa impensabili.

Facendo bene i conti, oggi ogni famiglia è tenuta a pagare 2 mutui, uno per acquistare la casa, l’altro per mantenerla!

In effetti anche un adolescente può fare una semplice ricerca su Wikipedia e Google per capire che i costi per la gestione dell’abitazione sono aumentati in maniera esponenziale dal 2007 ad oggi. Il 90% delle case degli Italiani infatti è raggiunta dalla rete del Gas Metano, con il quale siamo abituati a convivere dal dopoguerra.

Il suo consumo è talmente radicato nelle nostre abitudini quotidiane tanto da essere scontato. Praticamente in casa facciamo tutto con il gas: cuciniamo, ci laviamo le mani, facciamo il bagno e la doccia e soprattutto, nei mesi invernali, riscaldiamo la nostra abitazione.

Le case non raggiunte dalla rete Metano, in genere consumano il gas GPL o il Gasolio accumulati in specifici serbatoio,  che vengono impiegati per le stesse identiche modalità, ma a costi ancora più alti.

Nel corso dei decenni abbiamo demandato al Gas il compito di provvedere in toto alle necessità della nostra casa.
Lo abbiamo dato per scontato e, come ogni abitudine che si tramanda di famiglia in famiglia, l’abbiamo accettata come cosa certa, rassicurante e sicuramente buona e giusta.

Nessuno per decenni si è preoccupato o chiesto se in effetti il Metano o il Gpl fosse la forma più idonea ed economica per soddisfare il fabbisogno delle nostre abitazioni. Lo abbiamo dato per scontato!

Oggi il prezzo del Metano con qualsiasi fornitore supera comodamente la soglia di 1,00 € al metrocubo e nonostante una serie di inverni miti come quello del 2013/14 e del 2014/15, le bollette non sono calate rispetto ad inverni rigidissimi come i precedenti, anzi.

La spesa media per il fabbisogno termico di una famiglia di 5 persone in una abitazione di circa 120 metriquadri si aggira tra i 2000,00 € (per una casa di recente costruzione) e i 3000,00 € (per una casa degli anni ’80 e ’90), fino a superare facilmente i 4000,00 € se impiega GPL o Gasolio.

articolo-bacchetta-magicaEcco quello che succede nel 2015, praticamente ogni giorno, quando visito i miei clienti e rivolgo la fatidica domanda:
Ma se avesse la bacchetta magica, che cosa cambierebbe della sua casa in questo momento?
La risposta ormai è sempre la stessa: ‘’Realizzi il mio sogno: tolga il Gas dalla mia casa!’’
Finalmente ora possiamo replicare con: “Si può fare!

Da Gennaio a Luglio 2015 nella sola provincia di Bologna, abbiamo aiutato più di 120 Famiglie a rendere efficiente la propria casa riducendo o eliminando completamente i costi legati all’utilizzo del gas, attraverso la progettazione e l’installazione di altrettanti sistemi efficienti, raggiungendo così un nostro importante primato in termini di efficienza, servizio e presenza radicata sul territorio.

I nostri assistiti ci trovano esclusivamente con il passaparola e questo è la nostra garanzia di professionalità e altissima qualità del servizio offerto.

Oggi esistono diversi sistemi altamente innovativi, estremamente sicuri e tecnologicamente avanzati in grado di risolvere i problemi legati agli elevati costi di mantenimento della casa. Tutti si recuperano utilizzando semplicemente i soldi risparmiati dalle bollette.

Il nostro obiettivo infatti è permettere a tutte le famiglie di realizzare il proprio sogno di riparmio ed efficenza energetica, perciò nessun investimento è richiesto, nessun anticipo, nessun costo così da permettere a chiunque di chiudere il contatore del metano e non pagare mai più una bolletta di energia termica.

Volete sapere come realizzare il vostro sogno? Contattateci e riceverete una visita gratuita da parte di un nostro Consulente!
Insieme analizzeremo la vostra abitazione, capiremo insieme le vostre abitudini di consumo e i vostri costi per trovare la soluzione più adatta alla vostra casa, così che anche voi possiate vivere un presente più sostenibile economicamente ed ecologicamente e un futuro più sano per i figli dei nostri figli.

 

Di | 2017-02-06T11:57:10+00:00 17 settembre 2015|Categorie: Efficientamento Energetico|Tags: , , , |0 Commenti
Giacomo Ghermandi

Ama la velocità e le corse in formula 3 e la stessa passione che mette in pista la ripone nella consulenza, che per lui non è un lavoro, ma parte integrante del suo essere.

Lascia Un Commento